I partner di Alter-Art 2021

Ijshaamanka

Italia

Nasce nel 2004 con il Patrocinio dell’Università delle Arti Teatrali, dipartimento di Danza Contemporanea SNDO. L’associazione sviluppa le sue attività su 3 linee progettuali differenti: La prima è lo sviluppo della ricerca in metodologie e linguaggi di teatro e danza contemporanei inclusivi. La seconda è l’organizzazione di eventi Culturali che incentivino il senso di una comunità accessibile ed integrata sul territorio, privilegiando aree interne della Regione Marche. La terza è l’educazione non formale attraverso la danza il teatro e la musica per bambini, giovani e formazione biennale per insegnanti di danza e operatori socio-culturali in teatro danza contemporanei e danza teatro integrato. Nel 2014 nasce il primo festival urbano di danza teatro e musica “Giovani Movimenti dal Territorio”, che grazie al successo di pubblico viene riproposto negli anni a seguire, arricchendo la proposta artistica e appoggiandosi alle realtà del territorio che ne consolidano la ricca programmazione. Nel 2017 l’associazione si aggiudica il prestigioso bando ”Lab Accoglienza II edizione” della regione Marche con il progetto “REC, Risonanze Echi dal Catria” ideando un calendario multidisciplinare della durata di un anno presso il comune di Frontone muovendosi fra campi artistici come Teatro, Musica, Danza e Spiritualità. Nel 2018 Ijshaamanka, proprio grazie alla volontà di continuare il lavoro di inclusione sociale attraverso la disciplina della danza, si aggiudica il finanziamento da parte di EACEA per il progetto ERASMUS+ DANCE ACCESSIBILITY INCLUSION "DAN.CE.IN“. Nel 2021 presenta e si aggiudica come capofila un secondo finanziamento attraverso piattaforma Erasmus e Agenzia Nazionale Giovani, per continuare la ricerca sul teatro danza inclusivo integrato con un progetto “Dan.The.Net." di due anni che terminerà a marzo 2023. Ijshaamanka organizza questo festival a Pergola, dall’8 all’11 luglio 2021, collaborando con oltre 20 docenti italiani e internazionali, artisti provenienti da tutto il mondo e in collaborazione con oltre 8 enti privati e pubblici che si occupano di educazione, cultura e ambito socio-culturale attivi nel territorio Marchigiano.

Dan.The.Net, "In Memore" teatro-danza, In viaggio.

The Garage

Norwich, UK

Il Garage Trust è un ente di beneficenza per le arti preformate, con 18 anni di esperienza nello sviluppo e nella fornitura di attività artistiche partecipative. Hanno due siti, uno a Norwich, il "The Garage", e uno a Kings Lynn, il "The Workshop". Entrambi i siti si trovano in aree di forte deprivazione, caratterizzate da una bassa mobilità sociale e scarse aspirazioni, soprattutto tra i giovani.
I programmi di partecipazione ed educazione servono come percorsi di progressione accessibili per i nostri programmi di intervento. I programmi di intervento vedono 60 CYP per termine segnalati dai nostri partner nella nostra rete di riferimento. Tutti questi CYP affrontano sfide nella loro vita e di intervento artistico e il team di inclusione per aiutare a sviluppare le loro abilità in modo che siano meglio attrezzati per superare le loro sfide e supportati per impegnarsi in attività positive. Il team di inclusione lavora in tutti i programmi per aiutare a rimuovere gli ostacoli che le persone devono affrontare per impegnarsi nelle arti. Questo è il fulcro del The Garage Trust e della sua missione "Cambiare la vita delle persone attraverso l’arte".

Carrie Mansfield, Adam Taylor, Laboratorio di creazione d’impresa creativa.

Compagnie Eau.ID.A

Parigi

Diretta da Fanny Travaglino, l'organizzazione EAU.ID.A si configura come spazio di ricerca nelle discipline artistiche offrendo creazioni e produzioni ancorate alla contemporaneità. Il lavoro realizzato negli anni affronta le grandi sfide del presente per sostenere società inclusive, innovative e riflessive in un contesto di trasformazioni economiche, sociali ed ambientali senza precedenti. Il tutto interpretato attraverso il linguaggio della danza, del teatro e della poesia. EAU.ID.A opera principalmente a Montreuil, un comune francese di circa 100.000 abitanti ubicato nella regione dell'île de France e con il proprio territorio da anni sviluppa un dialogo che ha portato alla creazione di progetti artistici condivisi, partecipati ed inclusivi.
Questa compagnia realizza ogni anno "Transhumances", un progetto socio-culturale e multidisciplinare che abbraccia tutti gli ambiti artistici: danza, teatro, musica, poesia e letteratura.
Per EAU.ID.A la politica artistica è parte di un processo di democratizzazione culturale. Si tratta di essere in grado di offrire al maggior numero di persone, indipendentemente dal contesto socio economico di appartenenza, l'opportunità di allenarsi come spettatori, partecipare a seminari ed iniziative di formazione di pratica artistica e momenti di riflessione. Una missione per diffondere la bellezza dello stare insieme sostenendo i rapporti di fiducia e lo scambio tra abitanti storici e "nuovi residenti" quali le comunità di migranti o i rifugiati, tra giovani, bambini ed anziani.

Fanny Travaglino, Claire Dubuisson, Laboratorio di drammaturgia, Ciò che resta.

Sala Fénix

Barcellona

Situata nel quartiere Raval a Barcellona, la Sala Fènix offre un ricco programma teatrale, sia per adulti che per famiglie. La sala vuole perseguire una linea identificata con il teatro vero e proprio, un teatro giovane e impegnato nell'obiettivo di creare, condividere e diffondere valori artistici, umani e sociali attraverso un programma permanente. È uno spazio di residenza artistica che comprende la collaborazione esterna di piccole compagnie teatrali di Barcellona, professionisti dello spettacolo, professori, associazioni ed enti della città. Produce spettacoli teatrali per fornire un’offerta “petit format” alternativa dirigendosi a tutto il pubblico; fornisce anche formazione teatrale a professionisti e non. È gestita e diretta da Felipe Cabezas e Isabella Pintani, che oltre a dirigere il programma teatrale, si occupano dei progetti che partono dall’evento spagnolo e delle produzioni della compagnia.

Anna Tamayo, Albert Raquena, Laboratorio di teatro e maschere.

Altre Visuali TV

Fano (PU) Italia

Altre Visuali è un canale televisivo attivo su internet, realizzato da una redazione composta da persone diversamente abili, affiancate da operatori di Ondalibera TV. Nasce per offrire uno sguardo originale sulla realtà che ci circonda: un’altra visuale. Vuole raccontare il mondo della disabilità senza pietismo e retorica, valorizzando le tante belle esperienze che nascono attorno ad esso, ma evidenziando anche le difficoltà e i disservizi. Ma Altre Visuali non vuole essere solo una TV sulla disabilità, ma anche uno strumento di comunicazione che parla del nostro territorio con occhi particolari. I giovani di Altre Visuali collaboreranno con il team del liceo Artistico Mannucci di Fabriano per l'attività di storytelling e report audio visuale del festival.

Liceo Artistico "E. Mannucci"

Fabriano (AN) Italia

La collaborazione tra il Liceo Artistico “E. Mannucci”, sede di Fabriano, con l’Asd Ijshaamanka, associazione organizzatrice del Festival “Alter-Art” di Pergola, permetterà agli alunni dell’indirizzo “audiovisivo e multimediale” di trasformare le loro competenze scolastiche e personali in un terreno formativo e professionale. I contributi degli alunni del Mannucci iniziano la loro collaborazione con il Festival Alter-Art inizia dalla comunicazione e diffusione sui social delle informazioni relative all’evento per poi proseguire, durante il suo svolgimento, con gli scatti fotografici, le riprese video, le registrazioni e i montaggi audio-video. Al contempo realizzeranno “un’esperienza visiva espansa”, in cui lo spazio verrà ri-visto, grazie all’allestimento di elaborati filmici, fotografici e di animazione, per permettere allo spettatore di riflettere, interrogarsi e vivere il tema del “Vedere Oltre” e per spostare lo sguardo dal sé all’altro, misurandosi con il tema della diversità, dell’integrazione, del recupero, della cultura sociale.

Vedere Oltre.

Liceo Artistico "Nolfi-Apolloni"

Fano (PU) Italia

Il Liceo Artistico Nolfi-Apolloni di Fano realizzerà delle installazione sul tema della “Morfogenesi di una danza”. Il termine Morfogenesi è adottato per descrivere il processo creativo che hanno messo in atto per arrivare al lavoro che presentiamo al festival Alter-Art. Come processo che porta allo sviluppo di una determinata forma, il loro operare comune è partito dallo studio del tema centrale del festival e ad esso si ricollega all'operazione artistica che hanno portato avanti come collettivo più che come singoli individui. Si sono interrogati sul concetto di morfismo come legame tra due strutture matematiche che presentano caratteri astratti comuni e si sono domandati che forma potessero assumere questi caratteri, giungendo alla conclusione che tutti noi, esseri viventi, siamo costantemente “corpi in movimento” che custodiscono e avvolgono il nostro io interiore e con i quali esploriamo il mondo che ci circonda. Per attingere alla forza dell’Universo occorre percepire se stessi come parti di un unico mondo anziché sentirsi separati. Si tratta di una serie di stampe ottenute con la tecnica della Xilografia (incisione su legno) che vanno a costituire un corpo unico di immagini dove il pubblico può sentirsi avvolto e dove possa trovare accoglienza e inclusione ogni forma possibile, unica e irripetibile di essere umano

Morfogenesi di una danza.

IIS "Panzini"

Panzini (AN) Italia

L’Istituto Panzini di Senigallia (AN), It, partecipa ad Alter-Art accettando la sfida del “non verbale” come scelta vincente per favorire l’inclusione di tutti gli alunni. Grazie al suono e al movimento si entra infatti in un mondo nel quale l’espressione umana e la comunicazione trovano strade nuove, come quella dell’inclusione. Gli studenti, dei vari indirizzi di studio, saranno in PCTO con la supervisione dell’insegnante Elisabetta Ferroni e nelle attività in lingua saranno seguiti dalla docente d’inglese Lorena Marchetti. Sarà presente anche il gruppo del “Panzini in Dance” seguito dalla coreografa Arianna Solfanelli. Ad Alter-Art gli alunni dell’IIS “Panzini” si occuperanno della preparazione dei pasti, dell’animazione per bambini e ragazzi, dell’accoglienza e della guida turistica dei visitatori nonché dell’organizzazione logistica e l’allestimento dei vari ambienti per laboratori, spettacoli e conferenze.

Liceo scientifico "G. Torelli"

Pergola (PU) Italia

I ragazzi del corso teatrale del Liceo parteciperanno occupandosi di storytelling e report per raccontare su output cartcei i laboratori e le conferenze di Alter-Art.